(Il commento di Hal Stone e Sidra Stone)

ACCORDO INTERNAZIONALE PER IL VOICE DIALOGUE

PREMESSA

Il documento IVDA si propone di dare un orientamento di massima per i Facilitatori e gli Insegnanti di Voice Dialogue. La conoscenza delle linee guida in esso contenute aiuterà i Clienti e gli Studenti interessati alle sedute e ai corsi di Voice Dialogue a orientarsi nella scelta delle persone con le quali lavorare.

INTRODUZIONE

Nel creare il Voice Dialogue Hal e Sidra Stone hanno optato per un sistema aperto, non gerarchico, al riparo da lotte di potere, che non prevedesse certificazioni ufficiali. Di conseguenza, è stato possibile utilizzare il Voice Dialogue in combinazione con altri metodi e applicarlo in diversi settori.

Il risultato di questa impostazione di base è stato che il lavoro si è diffuso e ha lasciato la sua impronta in campi sempre più numerosi: crescita personale, psicoterapia, psichiatria, coaching, sviluppo delle organizzazioni, counseling, relazioni, mediazione e gestione dei conflitti, diversi settori delle arti, meditazione, scrittura, comunicazione interculturale. Il Voice Dialogue attualmente è insegnato in un gran numero di percorsi formativi di vario genere, anche all'interno di Master universitari.

Inoltre abbiamo assistito in questi anni alla sua diffusione in molti Paesi : Argentina, Australia, Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Corea, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Inghilterra, Israele, Italia, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Russia, Spagna, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Tailandia, USA.

Tutto questo è fonte di grandi soddisfazioni; tuttavia ci sono anche diversi inconvenienti. A causa della mancanza di certificazione e di criteri condivisi di qualità, sempre più numerose sono le persone che propongono sedute o corsi di Voice Dialogue senza una preparazione sufficiente o aggiornata. Questo crea dei problemi sia per i clienti alla ricerca di un facilitatore o un insegnante affidabile, sia per tanti colleghi impegnati in questo lavoro da molto tempo.

Per ovviare a questi inconvenienti e per proteggere la credibilità del termine “Facilitatore di Voice Dialogue”, è andata crescendo l'esigenza di fare un po' di chiarezza e di avere a disposizione delle linee guida che possano preservare la qualità del metodo. Siamo consapevoli, però, delle trappole della rigidità, della certificazione e della gerarchia. E' importante, perciò, usare un processo consapevolezza, in modo da trovare un equilibrio tra criteri e principi da un lato, libertà e creatività dall'altro.

Un'altra coppia di opposti analoghi e perfino più importanti va tenuta presente: si tratta della forma e dello spirito. Insieme ad Hal e Sidra, ci auguriamo che nel tempo lo spirito di questo lavoro continui a manifestarsi attraverso i Facilitatori e gli Insegnanti di Voice Dialogue. Al suo livello più profondo, infatti, lo sviluppo di un Processo di Io Consapevole è una pratica psicospirituale. Perciò ci sentiamo impegnati a non uccidere l'anima del lavoro, mentre proviamo a preservarne la forma e a precisare alcuni principi.

Nell'estate del 2008, con il sostegno di Hal e Sidra, si è formato un gruppo di lavoro per riflettere su questi temi. Questo gruppo è composto da:

Nell'autunno del 2008, alla Convergence di New York organizzata da Martha Lou Wolff, questi temi sono stati discussi ulteriormente. Le proposte arrivate dalla Convergence e da molti altri Insegnanti e Facilitatori contattati dal gruppo IVDA, sono state incorporate in questo documento finale.

CRITERI DI QUALITA'

LINEE GUIDA

  1. PER UN FACILITATORE DI VOICE DIALOGUE

    Che cosa contribuisce a rendere efficace il Voice Dialogue? Quali abilità sono necessarie per diventare un Facilitatore di Voice Dialogue?

    Il Facilitatore di Voice Dialogue conosce bene la teoria della Psicologia dei Sé nei suoi vari elementi: sé primari e rinnegati, vulnerabilità e potere, energie istintuali e spirituali, dinamiche di vincolo nelle relazioni, lavoro sui sogni, archetipi, lavoro energetico. Inoltre, il Facilitatore di Voice Dialogue per molto tempo ha sperimentato di persona queste nozioni teoriche e continua ad approfondirle e integrarle nel lavoro di autoconoscenza e crescita personale.

    Le linee guida che proponiamo in questo documento non si riferiscono a una condizione stabile raggiunta una volta per tutte, ma riguardano una situazione in continuo divenire. Le abilità acquisite possono essere affinate senza limiti e, al contrario, possono andare perdute, compromettendo seriamente la qualità del lavoro, se un Facilitatore, anche esperto, non porterà avanti il suo processo di autoconoscenza e crescita personale. Per diventare e continuare ad essere un buon Facilitatore di Voice Dialogue, è molto importante ricevere sedute regolarmente. Questo continuo lavoro su di sé aiuta il Facilitatore a scoprire, attraverso la propria esperienza, quello che funziona e quello che non funziona. Questo percorso permetterà inoltre al Facilitatore di sperimentare una gamma sempre più ampia di sé interiori ai quali richiamarsi poi, attraverso un processo di Ego consapevole, quando farà le sedute agli altri.

    Dal momento che il Voice Dialogue è un lavoro in divenire al quale ciascuno porta il corredo dei suoi talenti e la propria esperienza di vita, è difficile dire con precisione quanto tempo richiederà la fase di formazione di un Facilitatore. La nostra esperienza ci dice che in genere, se si ha già qualche conoscenza in ambito psicologico/energetico, ci possono volere dai tre ai cinque anni, tra percorso formativo e pratica professionale, per diventare un facilitatore di Voice Dialogue maturo ed esperto. Ci può volere anche un po' più di tempo, se la persona non ha ancora sviluppato una buona capacità di ascoltare e relazionarsi agli altri.

    IL LAVORO PERSONALE

    Abbiamo visto per esperienza che lo sviluppo del processo personale implica i seguenti elementi.

    1. Ricevere regolarmente sedute allo scopo di:
      • essere cosciente dei propri sé primari e rinnegati come una scoperta continua.
      • lavorare con un numero sempre più ampio di parti della propria personalità.
      • separarsi dalle più importanti polarità di base.
      • essere consapevole della propria vulnerabilità.
      • avere consapevolezza e prendere responsabilità delle proprie dinamiche di vincolo nelle relazioni interpersonali.
    2. Sviluppare:
      • il contatto con il proprio corpo, il respiro e la voce
      • un rapporto con l'Inconscio attraverso il lavoro sui sogni e le fantasie diurne, come pure esplorando i livelli più profondi della psiche legati agli archetipi e alle energie transpersonali
      • l'affinamento della sensibilità energetica: ad esempio, essere capace di centrarsi, focalizzarsi, rilassarsi, allinearsi; di prestare attenzione alla qualità energetica delle proprie parti e alla connessione energetica (linkage) con gli altri.

    LE CAPACITA' DA ACQUISIRE

    Se diamo uno sguardo alle abilità necessarie per essere un Facilitatore di Voice Dialogue, vediamo che esse da una parte sono il risultato del processo di autoconoscenza e crescita personale, dall'altra trovano una solida base nelle conoscenze teoriche, il tirocinio e la pratica.

    Queste abilità implicano in particolare:

    • la capacità di valutare i clienti con i quali si può lavorare e quelli che è opportuno non accettare o indirizzare a uno specialista. Questa precauzione è la prima salvaguardia per fare un buon lavoro ed è particolarmente importante per i Facilitatori che non hanno una preparazione psicoterapeutica.
    • una collaudata predisposizione a fare le sedute da un processo di Io consapevole. E' la condizione essenziale per accettare in modo incondizionato il cliente e per aiutarlo a sviluppare il suo processo di Consapevolezza.
    • rendersi conto delle dinamiche che si possono creare tra cliente e facilitatore (tranfert e controtransfert) e prendere responsabilità della propria parte nella dinamica.

    Il percorso per diventare un buon Facilitatore è un processo di apprendimento, che non è lineare e comprende questi passi:

    1° Passo

    • Intraprendere una formazione teorica e pratica di Voice Dialogue che continua nel tempo.
    • Ricevere regolarmente sedute da un Facilitatore esperto.
    • Osservare le sedute fatte da un Facilitatore esperto.
    • Scambiarsi sedute tra pari con supervisione.

    2° Passo

    • Fare regolarmente sedute di Voice Dialogue con clienti.
    • Trovare i modi più opportuni per monitorare il processo personale e il proprio modo di fare sedute, cercando di avere riscontri oggettivi.

    Diventare un Facilitatore di Voice Dialogue maturo ed esperto si configura come uno percorso graduale. Arriva un momento in cui il Facilitatore si sente sempre più sicuro a fare le sedute, ricavandone soddisfazione e appagamento. Avvia allora un'attività in modo autonomo, pur impegnandosi a continuare a lavorare su di sé e ad aggiornarsi.

  2. B. PER UN INSEGNANTE DI VOICE DIALOGUE

    Non è necessario che un Facilitatore diventi un Insegnante di Voice Dialogue. In ogni caso, chi desidera diventarlo deve essere anzitutto esperto di Voice Dialogue, nel senso che riceve e fa delle sedute con continuità, utilizzando questo metodo.

    Secondo la nostra esperienza, il percorso per diventare un insegnante di Voice Dialogue prevede i seguenti passaggi e richiede alcune abilità aggiuntive rispetto a quelle previste per un buon Facilitatore.

    1. Essere un Facilitatore esperto (almeno dai 3 a 5 anni di pratica).
    2. Fare assistenza ai Corsi di Voice Dialogue.
    3. Tenere qualche parte del Corso e avere una supervisione.
    4. Allenarsi e acquisire esperienza nella gestione dei diversi livelli energetici che possono sorgere nel lavoro di gruppo.
    5. Possedere abilità specifiche per la didattica e per la gestione delle dinamiche di gruppo.

LINEE GUIDA PER L'ETICA PROFESSIONALE

Per Etica qui intendiamo il comportamento del Facilitatore e dell' Insegnante di Voice Dialogue sia nei riguardi dei clienti e degli studenti che verso i colleghi. I punti che seguono sono considerati i comportamenti di maggiore importanza che dovrebbero essere osservati da un Facilitatore o un Insegnante di Voice Dialogue:

* I Facilitatori e gli Insegnanti di Voice Dialogue, specialmente quelli che non hanno una preparazione specifica in Psicologia clinica, devono imparare a riconoscere i segnali d'allarme delle malattie mentali - psicosi, depressione, disturbi della personalità, ecc. Questa capacità di discernimento permetterà loro di capire quando non devono lavorare con una persona, ma indirizzarla a uno specialista. In ogni caso, il Voice Dialogue non può sostituire le cure mediche.

LINEE GUIDA PER GLI ELENCHI DI FACILITATORI E INSEGNANTI

In linea con l'orientamento di fondo del documento IVDA, nella presentazione delle persone che si propongono come Facilitatori o Insegnanti dovrebbero essere indicati i seguenti elementi:

I Facilitatori e gli Insegnanti hanno la responsabilità delle informazioni date ed è loro compito aggiornarle annualmente. I dati forniti devono essere verificabili.

*****

Questo documento è il risultato di una intensa cooperazione internazionale.

Per contattare i membri del gruppo IVDA:

Geneviève Cailloux, Francia, genevieve@osiris-conseil.com
Pierre Cauvin, Francia, pierre@osiris-conseil.com
Giovanni Civita, Italia, giovanni.civita@tiscali.it
Maria Daniels, Olanda, maria@mariadaniels.nl
Miriam Dyak, USA, miriam@thevoicedialogueinstitute.org
Franca Errani, Italia, franerra@tiscali.it
J'aime Ona Pangaia, USA, vdcnw@comcast.net
Robert Stamboliev, Olanda, info@voicedialogueworld.com
Judith Tamar Stone, USA, Judith@voicedialogueconnection.com

*****

Hal e Sidra Stone si sono espressi così riguardo al documento IVDA:

“ Applaudiamo all'instancabile sforzo e all'impegno costante del gruppo originario IVDA che ha preso l'iniziativa e ha portato avanti con responsabilità la redazione di questo documento. E' stato per i suoi componenti un impegno straordinario. Ci fa piacere che essi abbiano fatto dei passi per sollecitare la cooperazione e includere nel loro lavoro i suggerimenti della più ampia comunità internazionale del Voice Dialogue. Ci rendiamo conto che nella stesura di questo documento finale hanno fatto del loro meglio per tener conto delle sollecitazioni ricevute.

Questi sforzi hanno prodotto risultati eccellenti. Sentiamo che questo documento mantiene lo spirito fondamentale del Voice Dialogue - e i sottostanti valori psicospirituali che esso porta- anche se tratta dei criteri di qualità della facilitazione e dell'insegnamento. Lo spirito genuino del nostro lavoro è preservato dall'attenzione riservata al processo personale, dallo spazio dedicato allo sviluppo della consapevolezza (o espressione dell'intelligenza organizzatrice dell'universo), dalla cura con la quale sono state evitate richieste troppo rigide, dal momento che il percorso individuale - e il processo di Ego consapevole- è unico per ogni persona.

L'impegno per la qualità del lavoro e le opportune salvaguardie da prendere sono ben delineate nelle linee guida riguardanti l'etica professionale e nell'elenco delle raccomandazioni per acquisire le competenze di base e incrementarle continuamente, nella prospettiva di avere a disposizione solide capacità di facilitazione e di insegnamento”.

Hal Stone e Sidra Stone
ALBION, SETTEMBRE 2009

*****

Di seguito sono riportati i nomi degli Insegnanti, dei Facilitatori e degli Studenti di Voice Dialogue-Dialogo delle Voci, che sono d'accordo con il documento IVDA. L'elenco dei nomi non ha una valenza di tipo professionale. Se sei interessato a lavorare con qualche persona presente in questo elenco, è tua responsabilità informarti sul suo livello di preparazione e di esperienza. Tutti I membri delle Associazioni presenit nell'elenco sono d'accordo con il documento IVDA.

Gisèle Abécéra (Francia),
Fernanda Abiuso (Italia),
Youssouf Ahamada (Francia),
) Marco Mura Alberti (Italia),
Marie Albertini-Ratazy (Francia),
Roberta Amici (Italia),
Daniela Ardenghi (Italia),
Donna Armstrong (Canada),
Murray Armstrong (Canada),
Suchadaa Assawaharutai (Tailandia),
Associazione Voice Dialogue Italia (Italia),
Association Voice Dialogue Nord (Francia),
Marcella Aurini (Italia),
Enrica Baglioni (Italia),
Joseph Bailey (USA),
Paul & Robin Gale Baker (Australia),
Catherine Balazot (Francia),
Florence de Baleine (Francia),
Stefano Balestra (Italia),
Eleonora Baratella (Italia),
Marina Bargellini (Italia),
Maurizio Barilli (Italia),
Ana Barner (Australia),
Robin Barre (USA),
Delphine Batton (Francia),
Bonnie Beaty (USA),
Sonia Beghini (Italia),
Chiara Bellardi (Italia),
Patrizia Beltrami (Italia),
Anne-Cécile Benezech (Francia),
Zohar Berchik (Australia),
Maud Berdal (Francia),
Ruth Berlin (USA),
Bonnie Bernell (USA),
Donatella Bertagnin (Italia),
Monique Beulink (Olanda),
Rijk Binnekamp (Olanda),
Héloïse Blain-Kaltenbach (Francia),
Nona Blanchard (USA),
Sarah Blatter Gomez (Svizzera),
Sherry Blossom, (Canada),
Elisabeth Bogaard (Olanda),
François Boizot (Francia),
Artemisia Bonaldi (Italia),
Mauro Bononi (Italia),
Trudy Boonman (Olanda),
Passaporn Dis Boonyachotima (Tailandia),
Abel Boor (Olanda),
Silvana Borile (Italia),
Véronique Bouhafs-Blanchard (Francia),
Nancy Bragard (Francia),
Petra Brand (Olanda),
Nadine Bret-Rouzaut (Francia),
Anna Cope Bridges (Canada),
Karin Brugman (Olanda),
Hind Brunel (Francia),
Judith Budde (Olanda),
Pierfrancesco Bussetti (Italia),
Geneviève Cailloux (Francia),
Frédéric Calmettes (Francia),
Elisa Cappelletti (Italia),
Rosella Capra (Italia),
Margherita Capuano (Italia),
Anna Rita Cardelli (Italia),
Letizia Cardoni (Italia),
Bernard Carrère (Francia),
Dorsey Cartwright (USA),
Carmela Casciotta (Italia),
Pierre Cauvin (Francia),
Beatrice Cavallucci (Italia),
Serena Ceccaroni (Italia),
Giancarla Cestaro (Italia),
Somphol Chaisiriroj (Tailandia),
Benoit Charron (Francia),
Xavier Charron (Francia),
Emmanuelle Chaulet (Francia),
Marie-Agnès Chauvin (Francia),
Catherine Chemière (Francia),
Stefania Cimatti (Italia),
Giovanni Civita (Italia),
David Clark (USA),
Lorena Colarusso (Canada),
Berry Collewijn (Olanda),
Judith Collignon (Francia),
Stephanie Colony (USA),
John Cooper (USA),
Tatiana Cosci (Italia),
Cassandra Cosme DePree (USA),
Katina Cremona (Grecia),
Morena Cremonini (Italia),
Céline Czadja (Francia),
Mauro Dal Maso (Italia),
Valéxie Dalmon (Francia),
Maria Daniels (Olanda, Spagna),
Marie-Odile Debièvre (Francia),
Véronique De Casteja (Francia),
Henriette Deckers-Posthumus Meyjes (Olanda),
Tiziana De Grandi (Italia),
Fausto De Magistris (Italia),
Martin De Waziers (Belgio),
Carole Dehais (Francia),
Flore Delapalme (Francia),
Peter Dellensen (Olanda),
Isabelle Demeure (Francia),
Hélène Dercourt (Francia),
Vincent Devianne (Francia),
Ines Di Blasi (Italia),
Lucia Di Pietrogiacomo (Italia),
Leslie Dietz (USA),
Mary Disharoon (USA),
Ann Dobbertin (USA),
Lyne Dokkes-Naggar (Francia),
Linda Doornweerd (Olanda),
LeAnne Dougherty (USA),
Elisabeth Douillet (Francia),
Elena Dragotto (Italia),
Françoise Dubreuil (Francia),
Gwenaëlle Ducoudré (Francia),
Laurence Dutoit-Bonte (Francia),
Miriam Dyak (USA),
Marion Elichalt-Roesink (Francia),
Nessa Elila (USA),
Franca Errani (Italia),
Anne Errécart (Francia),
Jenna Eyerly (USA),
Pascale Faivre (Francia),
Annaguya Fanfani (Italia),
Gianluca Fantini (Italia),
Gerhard Fasser (Olanda),
Sandrine Favre (Francia),
Alessandra Ferretti (Italia),
Maria Grazia Ferretti (Italia),
Laetitia Ferriole (Francia),
Giuliana Fili (Italia),
Susan Filley (USA),
Christine Fisette (Francia),
Framinda Fornoni (Italia),
Celie Fox-Cabane (Francia),
Charlotte Frizon-Hémard (Francia),
Nora Fusillo (Argentina),
Thomas Fyot (Francia),
Manuela Galassi (Italia),
Ellen Galavazi (Olanda),
Paul Gale-Baker (USA),
Robin Gale-Baker (USA),
Isabelle Gallais (Francia),
Wanda Gallo (Italia),
Marianne Gallon (Francia),
Gloria Gandini (Italia),
Bridgit Dengel Gaspard (USA),
Deborah Gavron (USA),
Marina Gentile (Italia),
Roberta Giorgetti (Italia),
Madeleine Giovachini (Francia),
Carla Giovetti (Italia),
Valentina Giraldi (Italia),
Elmer Goudsmit (Luxembourg),
Theres Grau (Germania),
Claudio Graziosi (Italia),
Sarah Gregson (Australia),
Christel Grenier (Francia),
René Grimbergen (Olanda),
Rob Groeneveld (Olanda),
Johanna Grosgurin (Francia),
Daniela Guerrieri (Italia),
Danila Guidi (Italia),
Yael Haft Pomrock (Israele),
Philippine Hakkert (Olanda),
Gautier Hankenne (Belgio),
Charles Hauser (Italia),
Aude Hauser-Mottier (Svizzera),
Rich Hawkins (USA),
Raj Hayden (USA),
Judith Hendin (USA),
Caroline Herault (Francia),
Thomas J. Hester (USA),
Diane Himmel (USA),
Ronald Hochstenbach (Olanda),
Dassie Hoffman (USA),
Ria Hopman (Olanda),
Rien Hordik (Olanda),
Jolanda Hutte (Olanda),
Roberta Ianni (Italia),
Fred Ingham (USA),
Viviana Insacco (Italia),
Anna Ivara (USA),
Eric Jacquot (Francia),
Gabrielle Janssen (Olanda),
Daniel Jaspar (Francia),
Anne Jaussiomme (Francia),
Hélène Jeannet (Francia),
Heather Juergensen (USA),
Kitty Kater (Olanda),
Gordon Keating (USA),
Florence Kehrer-Bory (Svizzera),
John Kent (Inghilterra),
Ann Kerr-Linden (Canada),
Cassady Kintner (USA),
Amala Klep (Belgio),
Frans Kocken (Svezia),
Annemieke Kodde (Olanda),
Marie-Danièle Koechlin (Francia),
Prakarn Khung Kohkayasit (Tailandia),
Zilla Kooij (Olanda),
Jerien Koolbergen (Olanda),
Merlijn Kooyker (Olanda),
Yolanda Koumidou-Vlesmas (USA),
Jitske Kramer (Olanda),
Yves Lacomblez (Francia),
Sara Lacroix (Francia),
Myriam Ladeuze (Belgio),
Joke Lamers (Olanda),
Chris Lankwarden (Olanda),
Drue Larson (USA),
Jacques Laurent (Francia),
BJ Levy (USA),
Marijke Leys (Belgio),
Letje Lindermann (Olanda),
Philip Ljubicich (USA),
Rosalba Losito (Italia),
Emilia Luciano (Italia),
Bruno Luirard (Francia),
Cinzia Luppi (Italia),
Konrad Magnus (Norvegia),
Vittoria Mamoli (Italia),
Jennifer Manlowe (USA),
Silvia Mantovani (Italia),
Morena Manzini (Italia),
Catherine Marissiaux (Francia),
Jérôme Maroni (Francia),
Frédéric Marquet (Francia),
Gesualda Mascali (Italia),
Christelle Masson, (Francia),
Pascaline Matusiak (Francia),
Dal Maso Mauro (Italia),
Eric Maury (Francia),
Isabelle Mazur (Francia),
Marzia Mazzavillani (Italia),
Filomena Mazzuoccolo (Italia),
Cordula Mears-Frei (Germania),
Rene Meijer (Olanda),
Neil Meili (Canada),
Giuseppe Merlino, (Italia),
Jane Mery de Montigny (Francia),
Isabel Meyer (Francia),
Céline Meyrignac (Francia),
Yves Michel (Francia),
Brenda Miller (USA),
Chris Miller (USA),
Fauso Minesso (Italia),
Gloria Mog (USA),
Nicola Mongiello (Italia),
Michèle Montagnon (Francia),
Xavier Morlat (Francia),
Deborah Morris (USA),
Jean Motte (Francia),
Luce Mottier (Francia),
Claudine Mousseau (Francia),
Jennifer Mullen (Australia),
Sandra Muzzi (Italia),
Andrea Naurath (Germania),
Piero Negri (Italia),
Brooks Newton (USA),
Rod Newton (USA),
Astra Niedra (Australia),
Norbert Nielen (Olanda),
Lee Ann Nixon (USA),
Chris Nunan (Danimarca),
Rosamond Nutting (Australia),
Donatella Ocovich (Italia),
Adelheid Oesch (Svizzera),
Jos Olgers (Olanda),
Annie d'Oliveira (Francia),
Lina Olteanu (Italia),
J'aime ona Pangaia (USA),
Herma Ottevanger (Olanda),
Janny Padelford (USA),
Alberto Paoletti (Italia),
Nick Papadopoulos (Grecia),
Giuseppe Pappalardo (Italia),
Giulia Parisi (Italia),
Gerd Parquin (Belgio),
Elisabetta Parrottino (Italia),
Ugo Patelli (Italia),
Lucia Paulazzo (Italia),
Silvia Pecorari (Italia),
Yves Peigné (Francia),
Silvia Pelle (Italia),
Alberto Pellegrino (Italia),
Lucas Peltier (Francia),
Lietje Perizonius (Olanda),
Caterina Perna (Italia),
Christèle Perrot (Francia),
Jocelyne Perrot (Francia),
Bonnie Pfeiffer-Winkler (USA),
Bianca Pierni (Italia),
Desirée Pieters (Olanda),
Dominique Pillerel (Francia),
Patrizia Pisaneschi (Italia),
Isabelle Pitre (Canada),
Peggy Pitwell (Olanda),
Nicolas Pluvinage (Francia),
Alberto Poda (Italia),
Antoine Poirier (Francia),
Paola Poluzzi (Italia),
Giancarlo Porta (Italia),
Franck Potié (Francia),
Laurence Potié (Francia),
Silvia Pretto (Italia),
Manuéla Prouvost (Francia),
Cecile Purcell (Italia),
Debbie Quigley (Canada),
Patricia Radcliffe (USA),
Annarita Raffi (Italia),
Mark Raming (USA),
Laura Robuffo (Italia),
Anita Roelands (Olanda),
Cecile Rost (Francia),
Gabrielle Rotach (Italia),
Camilla Rovelli (Italia),
Paola Rubatta (Italia),
Jodi Rubenstein (USA),
Silvana Ruggi (Italia),
Els de Ruyter (Olanda),
Jésahel Sabatier (Francia),
Eliana Sabatini (Italia),
Cecilia Sacchi (Italia),
Isabelle Saint-Macary (Francia),
Marie Saint Marc (Francia),
Edy Salvadori (Italia),
Liv Dons Samset (Norvegia),
Giancarla Santini (Svizzera),
Ozlem Sariouglu (Turchia),
Beth Scanzani (USA),
Silvia Schiano (Italia),
Eelco Schut (Olanda),
Lionel Schwartzmann (Francia),
Susan Schwarz Senstad (Norvegia),
Roberto Seghi Rospigliosi (Italia),
Caroline Serré (Olanda),
Sujitta Shanokprasith (Tailandia),
Trilby Shaw (Olanda),
Arsenio Siani (Italia),
Haesook Sim (Corea del Sud),
Alice Morgan Simmonds (USA),
Nathalie Simon-Deluca (Francia),
Pierre Smilovici (Francia),
Julie Smircic (USA),
Luisa Sorrentino (Italia),
Chiara Sortino (Italia),
Simona Spisni (Italia),
Robert Stamboliev (Olanda),
Francesca Starr (USA),
Jacqueline Stet (Olanda),
Suzel Stiffel (Francia),
Judith Tamar Stone (USA),
Jo -Tzu (Joyce) Sun (USA),
John Swaner (USA),
Daniele Tarozzi (Italia),
Theresa Taylor (USA),
Ilona Ten Boer (Olanda),
Bruno Thévenin (Francia),
Carol Thomas (USA),
Pavel Tkachev (Russia),
Catherine Thomé (Francia),
Neva Tolloi (Italia),
Antonella Tomasso (Italia),
Silvia Claudia Toti (Italia),
Lauren Town (Francia),
Bernard Tran (Francia),
Daniela Triassi (Italia),
Thanyakamol Da Tritrakam (Tailandia),
Romuald Troxler (Francia),
Victor Troyano (Francia),
Marino Tuveri (Francia),
Marion Twiesselmann (Belgio),
Jackie Kapua Tyler (USA),
Giusy Ulivieri (Italie),
Wilco Van Brandenburg (Olanda),
Lucie Van De Voorde (Francia),
Martine Van Den Bosch (Olanda),
Freya Van Den Bossche (Belgio),
Jasper Van Well (Olanda),
Bertien Van Woelderen (Olanda),
Lisa Varkevisser (Hollande),
Donna Varnau (USA),
Ginetta Vasini (Italia),
Michèle Vayn (Francia),
Paul van t Veld (Olanda),
Luisella Ventura (Italia),
Isabella Venturi (Italia),
Barbara Veraldi (Italia),
Steve Verbist (Belgio),
Chantal Verzaux (Francia),
Paolo Vezzali (Italia),
Federica Vignoli (Italia),
Monica Villa (Italia),
Variwan Vitayathanagorn (Tailandia),
Voratida Mameaw Vitayathanagorn (Tailandia),
Salvador Vivas (Spagna),
Donatella Volturo (Italia),
Pornpimon Ju Vonganan (Tailandia),
Franciska Kali Von Koch (Svezia),
Dave Waugh (Canada),
Elease Welch (USA),
Bill Whittier (Sud Africa),
Sytze Wierda (Olanda),
Marjon Wijsman-Van Der Vossen (Olanda),
Jane Winter (EUA),
Olwen Wolfe (Francia),
Yvonne Wolsink (Olanda),
Marion Wolters (Olanda),
Catherine Wuillaume Ferris (Olanda),
Tamara Yates (USA),
Melissa Yeary (USA),
Nancy Yeates (USA),
Nancy Young (USA),
Esther Zahniser (Inghilterra),
Ilaria Zamboni (Italia),
Patrizia Zanaboni (Italia),
Cinzia Zanier (Italia),
Francesca Zanolla (Italia),
Angela Zanotti (Italia),
Lucia Zerbinati (Italia),
Marcus Zeven-Jansen (Olanda),
Jetske Zijlstra (Olanda),
Sonia Ziliotto (Italia),
Michael Zimmerman (Inghilterra),
Monique Zomer (Olanda),
Luisa Zoni (Italia),
Hilde Zuurman (Olanda),
Ruud Zuurman (Olanda),